mercoledì 30 maggio 2012

AGGRATIS, tanto siamo creativi...

Riporto qui il post del mio blog personale.. in quanto credo sia più consono!



-Senti, ma tu fai ancora i disegni?-.
-Si.. perchè?-. Rispondo.
-Oooh, meno male va', che non sapevo proprio a chi chiedere...-.
Già lo so.. tra cinque minuti avrò un amico in meno.
-..No, allora, io avrei bisogno..-.

Il lavoro consiste in una locandina che deve promuovere un corso di ginnastica, serve quindi un disegno un po' complesso, che forse viola anche il copyright di Hello Kitty e di altri personaggi di cartoni che non ho mai sentito nominare; questi personaggi devono compiere specifiche azioni ed essere vestiti in un certo modo. Poi mi domanda se posso occuparmi dell'impaginazione e della scrittura dei testi e dello slogan.
-No perchè te sai.. c'hai fantasia!-.
Eh si, mannaggia a me, alla fantasia e al mio estro creativo. Perchè non ho studiato economia?
Che poi ci sarebbe da affrontare il discorso Copyright. Ma so già che parlare a gente non del settore di questo tema non porterà a nulla.. sembra inconcepibile che non si possano sfruttare come meglio si vuole (e senza pagare niente) personaggi del genio artistico altrui.
-Oh ma comunque poi non me lo fai "aggratis"-.
-Ooooh, grazie...-. Dico semi-speranzosa. -Guarda, per illustrazione e impaginazione sono...-
E dico il prezzo. Che è ridicolo. Che se l'avessi fatto io nel vecchio studio mi avrebbero tutti sputato in faccia. Che se lo sapessero i miei colleghi che campano solo di quello mi impiccherebbero, dicendomi "ecco, non si lavora perchè c'è gente come te che si svende!". Che se esistesse un ordine dei creativi, mi espellerebbero.
Cala il silenzio.
-Ah.. ma quindi li stampi tu?-. "Massì", penso, "una fettina di culo panato e limone?".
-No.. io progetto la locandina..- spiego: -Poi devi andare da uno stampatore.. ormai stampare volantini costa poco.. anzi, puoi andare anche sui siti appositi..-. E gli sciorino una lista, spiegandogli che invio volentieri io il tutto allo stampatore, che se vuole fare l'ordine online (lui non è per nulla pratico di queste cose) lo facciamo insieme e gli consiglio formati e tipo di carta.
Il suo tono si fa evidentemente imbarazzato: -Ah no ma non è che ti conviene prenderti te l'attrezzatura per stampare?-
-Prego?-
-Eh si, così faresti tutto in una volta...-.
-E quindi?-.
-Quindi.. beh.. se stampi te, pago solo te e non lo stampatore, no?-.
Vorrei rispondere che metterei in conto carta e toner. Che non si regalano. Nemmeno agli amici, perchè c'è un limite a tutto.. E mi piacerebbe chiedergli se fosse contento qualora un allievo gli dicesse "no, guarda, non ti pago il mensile ma ti faccio tanta pubblicità e dico a tutti che sei bravo". Oppure: "Ti offro una bevuta" o ancora "io ti pago un mese, ma facciamo che valga per due?". Vorrei dirgli che disegnare può essere un HOBBY, ma che disgrazia sua per me è un LAVORO, che in passato sono sempre stata PAGATA per farlo e che non sono più una studentessa dello IED. Certo, sono stata pagata poco, o in nero, alle volte ho atteso il pagamento per mesi... ma i soldi son sempre arrivati.
-Ok, senti.. ti faccio sapere che mi faccio due conti-.

..Secondo voi ha più richiamato?

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget